• FREE STEP ITALIA

Disegno del 1810 di «Congo Square» a New Orleans intitolato «The Bamboula»


La decisione delle istituzioni di New Orleans, nel 1817, di concedere l' utilizzo della «Congo Square» per le danze degli schiavi africani, si distinse come un grado di tolleranza esemplare. In altri luoghi, ad esempio, le tradizioni musicali e le danze del popolo dell' Africa centro-occidentale venivano scoraggiate o addirittura soppresse.


E' interessante far notare che anni prima e cioè nel 1803 molti schiavi congolesi, furono deportati dalla Carolina del Sud nello stato della Luisiana, e nella città di New Orleans la danza Juba (successivamente chiamata danza charleston), fu arricchita da altri stili di danze dell' Africa centro-occidentale. La colonia della Luisiana, passò prima dal controllo francese e spagnolo e successivamente sotto la confederazione degli Stati Uniti D'America. La città di New Orleans permetteva agli schiavi di riposarsi la domenica pomeriggio e di socializzare tra di loro, concedendogli una piazza poco distante dal centro chiamata «Congo Square». Fu proprio in momenti come questi che gli schiavi si divertivano insieme, tra suoni di tamburi e improvvisazioni di nuovi passi di danza, e in questi raduni si formò la musica jazz e gli stili di danza come ad esempio la «Tap dance», la «Breakdance», il «Baton twirling» e altri stili ispirati da un'arte marziale degli schiavi brasiliani angolani emigrati al nord e conosciuta come «Capoeira».

Queste danze ballate nella «Congo Square», non durarono a lungo. Gli storici confermano che questo rituale proseguì negli anni successivi, ad eccezione di un'interruzione durante la guerra civile americana, e ripresero successivamente fino al 1885, quando incominciarono ad emergere le prime bande di musica jazz a New Orleans e la scomparsa definitiva è probabilmente antecedente al 1870, anche se le danze potrebbero essere proseguite per un certo periodo di tempo in riunioni private. In ogni caso, questa tradizione africana si tramandò oralmente anche tra i giovani delle generazioni successive che non avevano vissuto quel periodo storico, questo a testimonianza di come quel periodo sia entrato a far parte della memoria collettiva e della storia orale della comunità nera della città.

La decisione delle istituzioni di New Orleans, nel 1817, di concedere l' utilizzo della «Congo Square» per le danze degli schiavi africani, si distinse come un grado di tolleranza esemplare. In altri luoghi, ad esempio, le tradizioni musicali e le danze del popolo dell' Africa centro-occidentale venivano scoraggiate o addirittura soppresse.

#FREESTEPCULTURE

41 visualizzazioni

condividi la pagina

Logo.jpg

 © Copyright -  2017 by FREE STEP ITALIA