• FREE STEP ITALIA

La piazza dei popoli: «Congo Square»



Finalmente, nel 1888 venne sancita la fine della schiavitù in Brasile, gli schiavi del sud America emigrarono negli stati del nord, portandosi dietro le loro tradizioni africane, dalla musica alla danza, e la città di Charleston fu la meta di migliaia di schiavi africani. La danza, Juba, fu così tanto ballata in questa città che gli europei americani gli cambiarono il nome in «Charleston» nei primi anni venti.

E' interessante far notare che anni prima e cioè nel 1803 molti schiavi congolesi, furono deportati dalla Carolina del Sud nello stato della Luisiana, e nella città di New Orleans la danza Juba fu arricchita da altri stili di danze dell' Africa centro-occidentale. La colonia della Luisiana, passò prima dal controllo francese e spagnolo e successivamente sotto la confederazione degli Stati Uniti D'America. Questa colonia permetteva agli schiavi di riposarsi la domenica pomeriggio e di socializzare tra di loro, concedendogli una piazza poco distante dalla città chiamata «Congo Square». Fu proprio in momenti come questi che gli schiavi si divertivano insieme, tra suoni di tamburi e improvvisazioni di nuovi passi di danza, e in questi raduni che si formò la musica jazz e gli stili di danza come ad esempio la «Tap dance», la «Breakdance», il «Baton twirling» e altri stili ispirati da un'arte marziale degli schiavi brasiliani angolani emigrati al nord e conosciuta come «Capoeira».

#FREESTEPCULTURE

2 visualizzazioni

condividi la pagina

Logo.jpg

 © Copyright -  2017 by FREE STEP ITALIA