• FREE STEP ITALIA

LA DANZA JAZZ


Intorno agli anni venti, tra le varie danze di origine jazzistica la danza Charleston fu il ballo che maggiormente si diffuse prima in America e poi in Europa. Di andamento veloce e brillante, ha ritmo sincopato in 4/4. Il Charleston è senza dubbio il più brioso, gaio e scoppiettante ballo dell'epoca moderna. Per la sua struttura, si stacca nettamente da tutti gli altri balli, possedendo una personalità inconfondibile ed inimitabile.


Il Charleston infranse tutte le regole dei balli da sala di provenienza europea. Il suo passo consisteva nel gettare all'esterno le gambe con le punte dei piedi rivolte all'interno cercando di mantenere le ginocchia unite. Seguivano poi sgambettamenti velocissimi, contorsioni, salti, calci e tutto ciò che suggeriva il ritmo fortemente sincopato e swinging della musica jazz.

Sembra che i primi a ballare una forma di Charleston fossero stati gli scaricatori neri del porto dell'omonima città statunitense (Carolina del Sud); essi si ispiravano ai movimenti che solitamente eseguivano per caricare o scaricare le merci dalle navi. Ma le origini di questa danza sono molto più lontane: alcuni studiosi infatti ne riconducono i movimenti di base alle arti marziali delle tribù dell' Africa centro-occidentale e più precisamente del Regno del Congo, conosciuta con il nome "Juba".

Finalmente, nel 1888 venne sancita la fine della schiavitù in Brasile, gli schiavi del sud America emigrarono negli stati del nord, portandosi dietro le loro tradizioni africane, dalla musica alla danza, e la città di Charleston fu la meta di migliaia di schiavi africani. La danza, Juba, fu così tanto ballata in questa città che gli europei americani gli cambiarono il nome in "Charleston" nei primi anni venti.

#FREESTEPCULTURE

6 visualizzazioni

condividi la pagina

Logo.jpg

 © Copyright -  2017 by FREE STEP ITALIA